Vademecum improvvisato per il giovane improvvisatore. Per una mistica della creazione in tempo reale

print

di Stefano Questorio

Stefano Questorio, Tempi di Reazione (SPAM! 2018), ph Claudio Di Paolo

– Per questi salti nel vuoto ti serve un coraggio eroico o una inconsapevolezza totale, ma saperlo non ti cambia nulla.

– Se vuoi danzare non pensare alla danza.

– Qui e ora, o in un altro luogo e in un altro tempo?

– Pensiero in movimento, oppure movimento senza pensiero.

– Inventa nuove lingue per dire cose nuove nel medesimo istante, cioè ora.

– Componi mostrando che componi.

– Non stordirti di movimento e prova a non fare niente, per un tempo lunghissimo.

– Esercitati a guardare il cielo vuoto.

– Immagina di entrare in una stanza piena di cianfrusaglie e fai finta di fare ordine.

– Immagina un buco in movimento.

– Immagina.

– Cerca la ricetta che usi sempre, e buttala via.

– Fidati del niente.

– Sbagliare è un concetto postumo.

– Non ti preoccupare delle intermittenze.

– Non resistere, buttati nel fiume, ma senza annegare.

– Non cercare di essere intelligente, simpatico o profondo.

– Sii imbarazzante.

– Sii lucido come un chirurgo.

– Sii.

– Perditi in un territorio inutile.

– Non devi dimostrare niente.

– In un sistema teatrale in cui ti viene continuamente richiesto di confezionare un prodotto da immettere nel mercato e bla bla bla

– Tutto quello che ti occorre sapere lo sai già, e non ti servirà a niente.

– Non ti preoccupare, è solo uno spettacolo.

– Vai e improvvisa.

 

Stefano Questorio

Stefano Questorio (Thiene, VI, 1968).
Si laurea in Storia della danza all’Univeristà di Bologna.
Interprete e autore di danza e teatro, lavora come interprete con compagnie italiane e internazionali tra cui: Wim Vandekeybus, Studio Azzurro, Societas Raffaello Sanzio, Company Blu e altri. Dal 2001 collabora con ALDES / Roberto Castello e partecipa come interprete e coautore alla decalogia Il Migliore dei Mondi Possibili (premio Ubu 2003), e numerose altre creazioni tra cui il recente In Girum Imus Nocte et Consumimur Igni (2015). Come autore ha firmato alcuni lavori tra cui Specie di Spazi con Valentina Buldrini (2006) Le Cose (2008) ed il recente Album (2016). Con Spartaco Cortesi ha avviato nel 2013 il progetto su D. Jarman The Angelic Conversation e il progetto musicale Play it again S. Nel 2011 collabora alle coreografie per la trasmissione Rai Vieni Via con Me. Nel 2013 partecipa alle video installazioni The Towers e Dance of Death di Peter Greenaway. Nel 2014/ 2107 è in tour con lo spettacolo Go Down Moses di R. Castellucci, e lo spettacolo interattivo per l’infanzia Pop Up Garden della compagnia TPO.

www.aldesweb.org
https://www.facebook.com/stefano.questorio